Natura

Mandorli in fiore a Capestrano

Ogni stagione ha i propri colori, i propri odori, i propri luoghi. Quando sboccia la primavera e i mandorli, primi a fiorire tra tutti gli alberi da frutto, si coprono di stelle bianche, il nostro luogo del cuore è Capestrano (AQ). Tra queste contrade, con le strade solitarie e i casolari abbandonati, gli ultimi grandi mandorli rimasti esplodono in tutto il loro splendore.

Dico “ultimi” perché un tempo la nostra regione era piena di alberi di mandorlo. Oggi ne resistono pochissimi, sparpagliati qua e là sul ciglio delle strade. A primavera è facile riconoscerli: nuvole di petali bianchi tra i rami spogli degli altri alberi, ancora senza foglie e ancora senza fiori.  



Soltanto nell’aquilano, e in particolare nelle campagne di Capestrano, è facile vederne in gran numero. Per questo ogni primavera torniamo a cercarli: sappiamo che sono lì, con i loro tronchi sottili e le chiome cadenti, nodosi e cresposi, i rami vecchi inverditi dal muschio. Hanno una forma libera, folta. Sanno di magia e tempo sospeso.

E il tempo pare veramente sospeso nel perdersi a passeggiare tra queste strade, in una giornata un po’ grigia, con i campi ancora spogli e qualche cane che abbaia in lontananza dai recinti delle case.



Nelle foto: gonna realizzata da me.

Ventisette anni e un nome insolito. Ho cominciato a scrivere storie poco più tardi di quando ho cominciato ad ascoltarle, prima da mia madre, poi da mia nonna, poi da chiunque ne avesse una da raccontare.

Un commento

  • Veronica

    Che bello che deve essere sapere sempre dove andare per trovare un determinato panorama.. Veramente storie di un altro tempo! Bellissime le foto, gli alberi, i tuoi capelli, tutto! Sembri un’elfa nei boschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!